Vocabolario

Racchiudere i propri sentimenti dentro una definizione è difficile. Se ritieni che debba aggiungere altre voci oppure che quelle già presenti siano inesatte o imprecise, non hai che da farmelo notare, per mail o nei commenti!

  • GAY: un uomo attratto da altri uomini.
  • LESBICA: una donna attratta da altre donne.

Un commento a entrambe queste definizioni: gay non è sinonimo di effeminato, lesbica non è sinonimo di maschiaccio. Si tratta di luoghi comuni, stereotipi, come quello che sintetizza l’Italia in “pizza, mafia e mandolino.” Non fa piacere essere rappresentati come delle macchiette.

Un’altra precisazione: essere omosessuale non significa desiderare di appartenere al sesso opposto. Significa provare attrazione verso le persone dello stesso sesso, senza per questo mettere in discussione la propria identità.

Infine, sfatiamo il mito per cui le relazioni omosessuali sono essenzialmente fisiche e si riducono perlopiù a rapporti occasionali. Le storie omosessuali e lgbt in generale sono esattamente come quelle etero: si può andare a letto insieme una volta e non vedersi più oppure si può amarsi tutta la vita. Tra due uomini o due donne può esserci tenerezza, passione, fedeltà, amore, ci si può tradire, lasciare, tornare insieme, tutto proprio come per gli etero. E non certo con minor intensità.

  • BISESSUALE: Una persona attratta sia da persone dello stesso sesso che da persone del sesso opposto, non necessariamente allo stesso modo.

Bisessuale non significa confuso. Esistono persone a cui piacciono sia gli uomini che le donne, punto. Persone che possono provare attrazione o innamorarsi di qualcuno indipendentemente dal genere di appartenenza. Bisessualità non significa uscire con persone del sesso opposto per reprimere o dissimulare la propria omosessualità.

Bisessuale non significa neanche opportunista. I bisessuali non sono persone infide, doppiamente pronte a tradire il partner perché pronti ad andare a letto sia con gli uomini che con le donne. Esistono bisessuali fedeli e infedeli, simpatici e antipatici, come per qualunque altro essere umano.

I bisessuali sono in un certo senso quelli che soffrono di più: intanto perché, dal momento che provano attrazione anche per le persone del sesso opposto, non sempre per loro è facile riconoscere la propria natura e viverla con serenità. In secondo luogo perché sono accompagnati da questa cattiva fama di “omosessuali repressi” o “omosessuali che vogliono mantenere la facciata” e spesso quindi vengono discriminati anche dai gay e dalle lesbiche.

  • TRANSESSUALE: Una persona che non si riconosce nel proprio corpo, cioè la cui identità sessuale fisica non corrisponde a quella psicologica. Esistono sia uomini che decidono di effettuare una transizione verso il sesso femminile, sia donne che decidono di effettuare una transizione verso il sesso maschile.

Il termine non è un sinonimo di travestito, che di per sé indica solo chi indossa abiti del sesso opposto, anche se molti transessuali scelgono il travestitismo come forma per esprimere se stessi. Analogamente, transessuale non è un sinonimo di prostituta: molto spesso queste persone sono costrette a prostituirsi perché pesantemente discriminate dal mercato del lavoro. Nessuno vuole assumerli e così sono costretti a guadagnarsi da vivere in altro modo. Tu o i tuoi conoscenti avete dei colleghi di lavoro transessuali? Ti sei chiesto come mai?

  • DRAG QUEEN: Artisti (principalmente cantanti e attori) che si esibiscono indossando abiti del sesso opposto. Non sono necessariamente omosessuali o trans, anche se spesso è così. Meno noto è il termine drag king che indica le donne che si esibiscono in abiti maschili. Ricapitolando: drag queen non è sinonimo di transessuale nè di travestito (inteso come chi indossa abiti del sesso opposto in contesti diversi da quello del palcoscenico).
  • TRANSGENDER: chiunque non si riconosca nello stereotipo di genere “maschile” e “femminile”. Spesso è utilizzato come sinonimo di transessuale anche se in effetti, per ragioni storiche, ha un’accezione più ampia.
  • INTERSEXUAL: Una persona i cui genitali e/o caratteri sessuali secondari non sono definibili esclusivamente come maschili o femminili. Il termine è preferito a quello di ermafrodita, cioè persona che presenta genitali e/o caratteri sessuali secondari ambigui, perché di significato più ampio.
  • PANSESSUALE: Una persona attratta da altre persone indipendentemente dalla loro identità di genere. Mentre quando parliamo di bisessuali ci riferiamo solitamente a persone attratte sia da uomini che da donne, e limitiamo la definizione a questi due generi, il termine pansessuale ingloba anche persone transessuali, intersessuali e queer in genere.
  • LGBT: La sigla sta per “lesbian, gay, bisexual, transexual” ed è generalmente usata per comprendere tutte le persone non eterosessuali. Spesso si possono trovare, al posto di questa che è comunque la definizione più comunemente usata, le versioni più complete LGBTQ e LGBTQI, dove Q sta per questioning (termine usato per indicare le persone che mettono in discussione la propria identità di genere o orientamento sessuale, senza identificarsi in alcuna delle etichette già viste) e I per intersexual. Nel blog io ho optato per il classico “lgbt”, se non altro perché è più breve e comodo da leggere e riduce la confusione di chi muove i primi passi nel mondo non eterosessuale, senza naturalmente che ciò implichi alcuna esclusione o discriminazione nei confronti di chiunque si senta rappresentato da qualche altra definizione!
  • QUEER: Il termine queer, in inglese, significa eccentrico, insolito. Nel tempo, questa parola ha assunto una connotazione negativa ed era utilizzata come insulto nei confronti degli omosessuali: un analogo dell’italiano “invertito” o “frocio”. Oggi questa parola è stata adottata dalla stessa comunità dei non eterosessuali come termine di riferimento per chiunque non si riconosca nelle definizioni più specifiche e rigide di gay, lesbica, bisex, o semplicemente per riferirsi all’intero e variegato mondo dei non eterosessuali tradizionali (possono considerarsi inclusi in questa definizione anche gli etero che praticano il bondage, ad esempio). La forza del termine queer sta proprio nella sua accezione molto ampia, che permette di rifiutare qualsiasi etichetta e dichiararsi semplicemente come ribelle nei confronti della dicotomia “maschio”/”femmina” e delle tradizionali classificazioni dell’orientamento sessuale.
  • OUTING: La pratica di rivelare pubblicamente l’omosessualità di una persona segretamente gay. L’outing viene spesso usato come strumento politico contro persone a loro volta omosessuali che però, per non suscitare sospetti, condannano pubblicamente l’omosessualità e ostacolano la battaglia per i diritti dei gay. In Italia spesso questo termine è usato a sproposito per riferirsi al coming out, che invece è spontaneo e volontario.
  • COMING OUT: La decisione di dichiarare apertamente il proprio orientamento sessuale o la propria identità del genere. L’espressione viene dall’inglese “coming out of the closet”, uscire dall’armadio, dove per armadio si intende il nascondiglio all’interno del quale si vive la propria sessualità per non farsi vedere da nessuno. L’armadio è un posto angusto, soffocante, dalle pareti buie. Prova un po’ a chiuderti nel tuo armadio e restarci mezz’ora! Beh, c’è chi ci passa tutta la vita. Quello che mi propongo con questo blog è proprio di dare il mio minuscolo contributo affinché un domani non ci siano più armadi, non ci sia più bisogno di nascondere niente!
  • GAY FRIENDLY: Persona, associazione, locale o attività che manifesta un atteggiamento aperto e accogliente nei confronti dei gay o più in generale delle persone queer. Fanno parte della categoria personaggi dello spettacolo, quartieri cittadini o mete per le vacanze, ma anche i locali gay. Da notare che il fatto di essere gay friendly non significa che l’attività o il locale si rivolga esclusivamente alla clientela omosessuale, ma solo che garantisce un’accoglienza amichevole, senza discriminarla o respingerla.

It’s hard to hold your feelings inside a definition. If you think I should add other words or you find the present ones are uncorrect, please let me know via mail or in the comments!

  • GAY: a man attracted by other men.
  • LESBIAN: a woman attracted by other women.

Let me comment both those definitions: gay doesn’t mean effeminate, lesbian doesn’t mean tomboy. Those are just commonplaces, stereotypes, like the one according to which Italy is just “pizza, mafia and mandolin”. It’s not plesanat to be represented that way. 

Another clarification: being gay does not mean desiring to belong to the opposite sex. It means being attracted by same sex people and has nothing to do with bring one’s identity into question.
Furthermore, let’s dispel the myth according to which homosexual relationship are essentially made of occasional physical meetings. Homosexual and lgbt relations are just like the straight ones: you can have sex once and then never see each other again or you can be in love all your life long. Between two men or two women there can be tenderness, passion, faithfulness, love, cheating, leaving, coming back together, all just like for the straight people. And obviously with the same intensity.

  • BISEXUAL: A person attracted by both same sex and opposite sex people, not necessarily in the same way.

Bisexual does not mean confused. People who like both men and women exist. People who can be attracted or fall in love with someone regardless his or her gender. Bisexuality does not mean dating opposite sex people to repress or hide their homosexuality.

Bisexual doesn’t even mean opportunist. Bisexuals aren’t unfaithful people, twice as ready to cheat on their partner because they can sleep with both men and women. There are faithful and unfaithful bisexuals, nice and horrible bisexuals, just as anyone else.

Bisexuals are someway those who suffer the most: first because, since they’re attracted even by opposite sex people, they sometimes can’t easily recognize their nature and live it happily. In the second place, they have to live with this bad reputation of “repressed homosexuals” or “homosexuals who want to hide themselves” and they’re therefore often discriminated even by gay and lesbian people.

  • TRANSSEXUAL: A person who doesn’t fit in his/her body, that is, whose physical sexual identity doesn’t correspond with the mental one. Both men who decide to make a transition towards the female sex and women who decide to make a transition towards the male sex exist.

Transsexual doesn’t mean transvestite, which just denotes someone wearing opposite sex clothes, even if many transgender use transvestitism as a way to express themselves. Similarly, transsexual doesn’t mean prostitute: those people are often forced to do that because they’re heavily discriminated at work. No one wants to hire a transsexual and therefore they have to make a living in some other way. Do you or your acquaintances have transsexual colleagues at work? Have you ever wondered why?

  • DRAG QUEEN: Artists (mostly singers and actors) who exhibit wearing opposite sex clothes. They’re not necessarily homosexuals or transgenders, but they often happen to be. Women showing in male clothes are called drag king. So a drag queen is not a transgender or a transvestite (who wears opposite sex clothes away from the scene).
  • TRANSGENDER: Everyone who doesn’t fit in the stereotypes of “male” and “female” gender. It’s often used as a synonimous of transsexual.
  • INTERSEXUAL: A person whose genital and secondary sexual characters are not esclusively masculine or feminine.
  • LGBT: It stands for “lesbian, gay, bisexual, transsexual” and it’s used to include all the non-straight people. More complete versions, like LGBTQ (for queer) or LGBTQI (for intersexual) can be found. In my blog I use the “lgbt” form because it’s the most common and it can reduce the confusion of those walking in the non-straight world for the first time, but obviously this doesn’t imply any exclusion or discrimination towards anyone.
  • QUEER: The word “queer” in English means odd, singular, and it assumed a negative connotation as an insult towards gay people. Nowadays, this word has been adopted by the non-straight comunity as a definition for everyone who doesn’t feel represented by the more specifical ones of gay, lesbian and bisex or simply to refer to the whole various non-straight world. The strength of this term actually is in its wide and inclusive meaning, which allows to refuse every label and just classify oneself as rebel with respect to the traditional classifications of sexual orientation and the “masculine/feminine” dichotomy.
  • OUTING: It’s the act of publicly reveal the homosexuality of someone who’s secretly gay. The outing is often used as a political weapon against those who are gay themselves but still publicly condamn homosexuality and obstruct the fight for gay rights in order not to raise suspects.
  • COMING OUT: The decision of publicly procliam one’s sexual orientation or gender identity. It comes from the English expression “coming out of the closet”, where the closet is the hiding place where one lives his or her homosexuality in order not to be seen from anyone. The closet is a narrow place, dark and suffocating. Try and resist in your own closet for half an hour! Well, some live their entire lives this way. My aim with this blog is actually to give my little contribution so that tomorrow there will be no closet, nothing to hide!
  • GAY FRIENDLY: A person, association, place or activity which has a freindly and tolerant behavior towards gay or queer people. Famous people, city streets or holiday places belong to the category, but also gay bars and discos. Note that being gay friendly doesn’t mean that the activity or place is only open to homosexuals, but just that it grants a friendly attitude, without discrimating or refuse lgtb people.
Annunci

8 thoughts on “Vocabolario

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...